Maalox in diverse formulazioni. Qual è la differenza e quale scegliere

Maalox compresse

Esistono in commercio diversi tipi di Maalox e potrebbe essere complicato capire quale sia il più indicato per il proprio disturbo e le proprie esigenze. Il filo comune è l’azione antiacida che tampona il bruciore di stomaco ripristinandone l’equilibrio.

Una scelta superficiale potrebbe infatti compromettere una rapida guarigione o una comodità d’assunzione del farmaco.

Le compresse Maalox masticabili

Le compresse masticabili sono ottimali in vista di un viaggio o da portare sempre con sé. Con il loro piccolo formato ben rappresentano la soluzione più veloce all’acidità gastrica.
Esistono nella confezione da 40 compresse, da masticare o da succhiare, vanno prese dopo i pasti o prima di andare a letto per un totale di max 4 compresse al giorno. La sensazione è quella di assaggiare una caramella dal sapore delicato e non un farmaco. Al pari delle precedenti ma con una formulazione priva di glucosio le Maalox compresse senza zucchero, ideali per tutte quelle persone in regime dietetico ipocalorico o con diabete. Infine le Maalox Plus la cui formulazione aggiunge alla vecchia ricetta un duplice beneficio: la diminuzione del livello acido e una riduzione del gonfiore addominale. Il risultato è una sensazione positiva e una linea asciutta e sana.

Maalox sospensione orale

La sospensione orale è una somministrazione semplice e veloce che chiunque dovrebbe avere in casa, specialmente se parliamo di Maalox.
In un flacone da 200 ml, la dose può essere assunta con 2-4 cucchiaini al giorno, max. 4 volte al giorno, dopo i pasti o prima del riposo notturno. Il sapore è dolce e non lascia alcun retrogusto sgradevole. Per scaricare il gusto è possibile diluire il farmaco con acqua o latte. Simile la versione Plus che lenisce bruciore e gonfiore e rappresenta un aiuto in caso di ulcera gastrica. Per un’assunzione ancora più pratica c’è Maalox sospensione orale in bustine. Ogni bustina contiene 4.3 ml di prodotto da sciogliere in acqua, battendo preventivamente la bustina per staccare tutti i granuli dalle pareti.  Ottima per essere portata in una tasca o in borsa, per poter avere la soluzione al bruciore di stomaco sempre a portata di mano.

Qual è Maalox è più efficace?

Il Maalox classico è usato per gastriti, ulcere, esofagiti e tutte quelle affezioni del tratto gastrico che si caratterizzano per un’eccessiva produzione di acido. Il risultato è un dolore localizzato, un’infiammazione allo stomaco (che a volte può interessare anche l’intestino) che se non trattata in maniera adeguata può rendere quest’area sensibile a mutazioni genetiche cancerose. I principi attivi del Maalox sono ossido di Alluminio + idrossido di Magnesio che si propongono di tamponare buona parte dell’acido cloridrico responsabile dell’acidità. Il Maalox Plus oltre a questi principi attivi si correda anche di dimeticone, utile contro meteorismo e flatulenza. Questo composto aggrega le bolle di gas, presenti nello stomaco, rendendole più grandi e facili da espellere. La maggior parte di questa espulsione avviene tramite la respirazione. Ne risulta che non vi è un prodotto migliore di un altro ma una risposta maggiore a seconda della patologia a carico del soggetto. In generale per tutte le patologie iperacide è consigliabile assumere Maalox (farmaco che non necessita di alcuna ricetta medica e può essere acquistato al bisogno) mentre se esse si accompagnano agli altri disturbi sopracitati è sicuramente migliore il Maalox Plus, in quanto capace di risolvere un più ampio spettro di sintomi.

Cosa sapere prima di assumere Maalox

Pur essendo un farmaco da banco è consigliabile contattare il proprio medico di fiducia e ricevere un consenso alla terapia. Maalox è infatti un potente lenitivo che però, in un regime terapeutico di lunga durata, può irritare la mucosa gastrica o indurre ad una serie di disturbi fastidiosi.
A lungo andare, infatti, il corpo potrebbe essere inibito e in difficoltà nell’assumere le sostanze nutritive di cui ha bisogno. Questo farmaco non è curativo bensì palliativo. Ciò significa che non si prefigge l’obiettivo di debellare la patologia quanto di diminuirne la sintomatologia e migliorare la qualità di vita. Gli effetti collaterali sono comunque blandi e, stando a quanto si legge nel foglio illustrativo, rari. La ricetta medica è necessaria solo nei soggetti in stato di gravidanza.

 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>