Controlli volumetrici non distruttivi ad ultrasuoni

Differenza tra controlli superficiali e volumetrici

I controlli superficiali non distruttivi mettono in evidenza i difetti in superficie o molto prossimi alla superficie e sono molto importanti perché verificano se la struttura è in linea con quanto previsto dal progettista. Il controllo visivo è regolamentato dalle norme UNI EN ISO 3834. Il controllo volumetrico verifica eventuali difetti nel volume della costruzione e le metodologie possono essere di riflessione o di trasmissione. Tra i metodi più usati dall’azienda Centrotest ci sono i controlli non distruttivi ad ultrasuoni e i trattamenti termici. Questa tecnica viene impiegata per cercare difetti all’interno dei materiali usando le onde meccaniche degli ultrasuoni. Non è l’unico sistema per individuare difetti interni, ma vi sono anche i controlli radiografici che usano raggi X per evidenziare imperfezioni e problemi di densità del materiale.

Controllo volumetrico ultrasonoro

Questo metodo di controllo ad è basato sulla propagazione di un fascio di ultrasuoni attraverso un trasduttore. Nel caso in cui vi siano dei difetti ci sarà una differenza di energia evidenziata nel referto gramma perché le onde presentano un grande impatto sulla materia allo stato solido e possono fornire molte informazioni sulle sue proprietà. Tramite il controllo ultrasonoro si possono individuare proprietà elastiche, strutturali, porosità del materiale e presenza di difetti di saldature, fusioni, laminati e molti altri materiali. I problemi vengono evidenziati dalla velocità con la quale le onde si propagano nel materiale che è determinata dall’impedenza acustica. Gli ultrasuoni, così come i raggi X, possono anche stabilire la profondità e la posizione esatta dei difetti strutturali. Essendo una tecnica basata sugli ultrasuoni non si può applicare su materiali che hanno una elevata attenuazione acustica.

Apparecchi e tecnici specializzati

Come si può leggere sul sito Internet ufficiale http://www.centrotest.com, la ditta utilizza solamente apparecchiature a norma di legge. Tutti i tecnici hanno certificazioni e per i controlli ad ultrasuoni vi sono otto tecnici con certificazioni di secondo livello EN 473 e ASNT TC1A per fare prove non distruttive ad ultrasuoni e due tecnici di terzo livello per fare prove ultrasonore su calcestruzzo. Sul sito Internet si possono verificare anche tutte le principali norme di riferimento e le apparecchiature a disposizione dell’azienda, leader nel settore dei controlli non distruttivi dal 1987. La sede operativa è a Terni ma vi sono altre due filiali, una a Narni e una che serve tutta l’Italia settentrionale a Borghetto Lodigiano. Per avere informazioni si può andare alla pagina Contatti del sito Internet e compilare il form, scrivere un’e-mail, telefonare o inviare un fax.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>