Mastoplastica Additiva: i motivi per cui ho scelto Torino

Cosa è la mastoplastica additiva e perché sceglierla

Questo termine si riferisce all’ingrandimento del seno che è uno tra gli interventi chirurgici più fatti e più riusciti… non è da meravigliarsi se un numero ancora maggiore di donne scelgono questa soluzione per sentirsi a proprio agio e appagate e anche per soggiogare gli uomini, da sempre adoratori delle forme femminili.

Molto spesso uno specchio rivela a una donna la propria identità, anche senza volerlo, e questo crea una specie di turbamento che viene poi analizzato e sfocia in una percezione di sè che spesso non coincide con la realtà.

Molto spesso si tratta solo di semplici dettagli come volumizzare il proprio seno, renderlo più sodo o sollevarlo.

Tutto questo è possibile con la mastoplastica additiva nei migliori centri specializzati di Torino.

 

I benefici derivanti dalla mastoplastica additiva

La maggior parte delle donne che richiedono questo intervento sono giovani e presentano un seno sotto la media per cui sentono il bisogno fisico di aumentarlo.

Tutte queste donne sono fortunate perché con il passare degli anni gli strumenti utilizzati, i materiali e i metodi sono nettamente migliorati grazie soprattutto a una costante monitorizzazione delle pazienti sottoposte a questo tipo di chirurgia.

E’ importante sottolineare che alla fine del trattamento il seno si presenterà sodo e naturale, senza quelle brutte forme antiestetiche.

Perlopiù sarà altamente personalizzabile per garantire il massimo della soddisfazione.

 

Preparazione per-operatoria all’intervento a Torino

Come per ogni cosa, e che sia questa riguardante la salute, è necessario essere preparati per non incorrere in spiacevoli rischi calcolati.

Innanzitutto viene svolto un controllo da parte del chirurgo che opererà per tener conto degli eventuali problemi del paziente sul suo stato di salute: cardiaci, di rigetto dei farmaci, allergie e possibili interventi passati.

Se l’esito è positivo, è necessario che la donna in questione, la settimana prima dell’intervento, non ingerisca altri farmaci che non siano stati esplicitamente prescritti dal chirurgo o anestesista stesso e che, nel caso, non fumi.

In definitiva si valuteranno i costi per il lavoro complessivo, per lo staff e il materiale utilizzato.

 

Il giorno dell’intervento di mastoplastica a Torino

Il giorno dell’intervento di mastoplastica additiva a Torino dovrà presentarsi con una persona di fiducia e con abiti comodi.

Verrà utilizzata l’anestesia locale e in sala operatoria si resterà massimo trenta minuti; al contrario di ciò che si pensa, l’anestesia locale non crea danni psicologici perché al contempo verrà utilizzato un sedativo che ha la capacità di indurre un sonno vigile.

La protesi viene inserita, incidendo l’aoreola, sotto la ghiandola mammaria o sopra di essa tenendo conto dell’anatomia della paziente.

Tutto termina con un bendaggio sopra le medicazioni.

Non sentirà alcun dolore e l’igiene non è sottovalutata, stando bene attenti si eviteranno spiacevoli post-operatori.

E’ chiaro comunque che prima di qualsiasi operazione la paziente sia adeguatamente informata dei probabili rischi e accetti di continuare.

I medici a Torino conoscono il loro mestiere e riescono a farla avvicinare alla chirurgia estetica con serenità e fiducia.

 

Periodo post-operatorio dell’intervento a Torino

Si avvertiranno lievi dolori nella zona del seno che saranno alleviati da antibiotici e antidolorifici.

Nelle prime due settimane è sconsigliato l’uso della macchina, in generale gli sforzi prolungati, sollevare troppo le braccia o allattare.

Si eseguiranno degli appositi massaggi e si utilizzerà un reggiseno morbido, senza push-up.

In media le suture vengono tolte dopo la prima settimana, ma in ogni caso è indispensabile eseguire alla lettera le indicazioni del chirurgo specialista.

In ogni caso il seno non può essere esposto al sole prima di un mese.

 

Il risultato finale mi ha lasciato molto soddisfatto

Al tatto il seno apparirà morbido e sarà sollecitato allo stesso modo che senza protesi perché il tessuto ghiandolare non viene compromesso.

I risultati sono evidenti sin da subito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.