Dove costruire una piscina all’interno della casa

Ogni persona vorrebbe avere all’interno della propria abitazione una piscina in cui potersi tuffare anche quando fuori piove o c’è la neve.

Tuttavia, se molti lo considerano un sogno irrealizzabile, sappiate invece che è possibile costruire una piscina in casa, ovviamente mettendo in atto una serie di misure atte a garantirne la funzionalità e la realizzazione.

Attenzione alla sicurezza

Come succede per le piscine esterne, anche quelle interne si possono realizzare sia interrate che non, costituite da pannelli in cemento armato o in acciaio, sia in case di nuova costruzione che in case già esistenti.

Ovviamente è necessario che vi siano le opportune condizioni strutturali e termiche affinché si possa procedere all’installazione dell’impianto.

Non a caso la presenza in casa di una piscina andrà ad influire su tutta la struttura dell’edificio: ciò significa che bisogna calcolare meticolosamente il peso della struttura e dell’acqua da mettere all’interno della vasca, onde evitare cedimenti strutturali all’intera casa.

Ecco perché a meno che non si è dei veri e propri esperti è sempre preferibile affidarsi a personale altamente qualificato in grado di effettuare le opportune valutazioni e realizzare in tutta sicurezza la vostra piscina.

Al bando l’umidità

Altro aspetto fondamentale da tener presente nella costruzione di una piscina interna è quello dell’umidità.

Dal momento che la piscina si troverà in un ambiente chiuso, l’acqua che evapora non riuscirà a disperdersi tramutandosi così in umidità che, con il passare del tempo, potrebbe dar origine a cattivi odori, muffa, oltre che a provocare evidenti danni ai pavimenti e ai muri.

Ecco che diventa fondamentale che la piscina venga costruita in un ambiente che presenti delle condizioni climatiche ideali.

Affinché vi siano questi requisiti, bisognerà far attenzione che la temperatura dell’acqua e quella dell’aria abbiano valori simili, onde evitare una smodata evaporazione.

In particolare, la temperatura dell’acqua dovrebbe aggirarsi intorno ai 26° e i 30°, mentre quella dell’ambiente circostante dovrebbe essere leggermente superiore.

Inoltre, bisogna fare attenzione anche ai livelli di umidità presenti nell’aria che non dovrebbero essere superiori al 60% di concentrazione.

Per riuscire a tenere sotto controllo queste misure, sarà sufficiente installare un adeguato sistema di deumidificazione e riscaldamento che vi aiuteranno a regolare automaticamente i valori ideali.

Un altro valido consiglio per eliminare l’eccesso di umidità che si forma a causa della presenza di una piscina all’interno della propria casa è quello di avere nell’ambiente un adeguato numero di finestre, in modo da aprirle nel caso in cui si dovesse accumulare vapore, o ai primi segni di macchie di umidità, favorendo così il ricambio e il ricircolo dell’aria.

Ovviamente per quanto riguarda la scelta del modello, questo dipende non solo dal gusto personale, ma anche da quelle che sono le mode del momento, oltre al fatto che si dovrebbe creare un ambiente che risulti quanto più armonico con il resto della casa.

 

Fonte: piscinelaghetto.com

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>